CAMBIARE, per crescere al meglio Noi stessi

  • Studio di psicologia e psicoterapia

La depressione

La depressione e un disturbo dell’ umore molto diffuso. Insieme all’ansia uno dei motivi più diffusi di consultazione di uno psicologo e spesso si tratta di due facce della stessa medaglia. Si possono evidenziare diverse tipologie depressive.

Da un lato la tendenza ad attribuire la colpa, la spiegazione di ciò che non va nel mondo, della responsabilità e del negativo a se stessi  poiché  si è cattivi e mai soddisfatti; si tratta di persone autocritiche che si sentono trattate male, rifiutate e mai ascoltate ( per esempio “si rompe un amicizia ed è di certo colpa mia”). In gioco c’è il senso del valore di se stessi.  Dall’altro la tendenza a sentirsi vuoti o incompleti privi di un legame affettivamente significativo e in costante bisogno di calore e affetto altrimenti la vita non ha significato. Di contro stare con gli altri implica sempre il rischio di essere abbandonati. Esiste una certa vulnerabilità e predisposizione alla depressione dovuta sia a fattori biologici che psicologici cioè alla storia e alle esperienze sopratutto precoci che una persona ha vissuto.

Una persona vulnerabile può non ammalarsi mai di depressione, se non capita qualcosa in grado di scatenare il disturbo e se ha buone relazioni. Il fattore scatenante è spesso qualche evento emotivamente significativo come un lutto, la fine di una relazione, la perdita del lavoro, la nascita di un figlio che ^toglie la liberta^…

Come si manifesta?

I disturbi depressivi sono caratterizzati da un vissuto di umore basso, dalla difficoltà o incapacità ad essere gioiosi e a vedere le cose in maniera positiva, da scarsa capacità di concentrazione e a provare piacere e interesse dalle attività che prima interessavano e facevano stare bene. Frequenti possono essere le crisi di pianto e non di rado pensieri di suicidio. Di rilevanza clinica inoltre sono anche i segnali  corporei  quali insonnia e risveglio faticoso o al contrario ipersonnia, stanchezza, irritabilità e facile affaticamento…

I sintomi depressivi possono alternarsi, e a volte presentarsi in contemporanea, a sintomi di eccitamento (euforia, impulsività, loquacità, pensieri veloci che si accavallano e a cui è difficile stare dietro, sensazioni di grandiosità, infinita potenzialità personale o convinzioni di essere perseguitati). In questo caso si tratta di episodi depressivi o misti all’interno di un disturbo bipolare dell’umore.

Trattamento

La psicoterapia degli stati depressivi implica la co-costruzione di una relazione terapeutica risarcitoria in cui la persona può fare esperienza di una relazione affidabile e calda in un’ atmosfera di ascolto, accoglienza e crescita volta all’analisi e al cambiamento di proprie modalità relazionali disfunzionali che fanno soffrire. In alcune situazioni di acuzie l’integrazione del percorso psicoterapeutico con la farmacoterapia può essere un valido aiuto verso il benessere.